Selezione Whisky:

Scozzesi e Irlandesi

Non si distinguono solo per il nome (per gli irlandesi "whiskey" e per gli scozzesi "whisky") ma anche per la ricetta e il metodo di lavoazione: il whiskey irlandese, prodotto con malto e orzo non maltato, è il frutto di una tripla distillazione e viene distillato in alambicchi discontinui, mentre in Scozia il whisky viene distillato solo due volte (poiché realizzato esclusivamente con malto d'orzo essiccato nella torba) in alambicchi continui. Fai la tua scelta nei nostri punti vendita!

Americani

I whiskey americani si possono categorizzare in Bourbon, Tennessee e Rye. Si tratta di 3 distillati di mais e segale, ma se nei primi due il mais è il cereale predominante (51%), nel Rye predomina la segale (51%). Questi whisky provengono principalmente dalle distillerie di Kentucky e Tennesse, che producono bevande molto più dolci e morbide rispetto ai whisky di malto prodotti in Europa. Oltreoceano vengono utilizzati moltissimo per realizzare cocktail come il Manhattan!

Giapponesi

Dopo anni di produzione locale, il whisky giapponese è stato finalmente riconosciuto come prodotto di rilievo nel mercato internazionale. La produzione giapponese segue fedelmente la regola scozzese, come anche le modalità di consumo. La maggior parte dei whisky viene utilizzata per preparare deliziosi cocktail, mentre il whisky pregiato viene bevuto on the rocks. In alcune zone del Giappone si usa bere whisky con acqua calda d'inverno e acqua fredda d'estate.